Articoli

Cerimonia 28 maggio

 

 

 

 

Come ormai da prassi consolidata, sabato 28 maggio la Basilica di San Silvestro e Martino in Roma ha visto raccogliersi intorno al nostro Presidente nuovi e vecchi associati, pervenuti in gran numero dall’Italia e dall’Europa. Significativa presenza anche  dall’Asia e America. Presenti spiritualmente e con un messaggio a firma del Delegato territoriale, anche gli associati dell’Australia.

 

L‘occasione è stata la celebrazione della Santa Messa al termine della quale sono stati conferiti i diplomi ed i distintivi, segno esteriore di appartenenza al Sodalizio.

 

Già dalle 19.00 la chiesa era gremita di ospiti, mentre tra e antiche navate del Sacro Tempio, si vedevano “aleggiare”- indossate con fierezza- le rosse cocolle, i cui colori richiamano quelli dell’Ordine di S. Silvestro a cui il Sodalizio fa riferimento.

 

La celebrazione, presieduta da Mons. Casolini di Sersale, coadiuvato nel cerimoniale religioso da mons. Cartolari è stata animata dai canti della corale dell’Accademia Ergo Cantemus con all’organo il M°Galli.

Momenti di forte intensità sono stati vissuti dai presenti nel ricordo della solennità del Corpus Domini che la Chiesa celebrava proprio in quel giorno.

 

Nell’Omelia, infatti, il celebrante ha richiamato l'importanza di vivere i momenti celebrativi comunitari, come un dono singolare che il Signore offre a ciascuno. Una Grazia di poter riconoscere nel pane spezzato e nel vino, quello stesso Gesù che 2000 anni prima camminava per le vie della Palestina e che, ancor oggi, è presente sacramentalmente in mezzo a noi. All’uomo incerto e dubbioso, Egli ha dato prova della Sua reale presenza nell’Eucarestia attraverso segni e prodigi che ne confermano l’esistenza. Il più evidente il miracolo di Bolsena dal quale ne è poi scaturita la festa liturgica e la stessa processione che si svolge in ogni Paese del mondo.

 

Al termine dell’omelia si è proceduto alla benedizione dei distintivi, la cui formula rituale ha evidenziato come, prima dei segni esteriori, è la vita cristiana di ogni singolo associato il più vero e bel distintivo che devo essere mostrato.

Venticinque i nuovi ingressi tra i quali, una particolare menzione, va rivolta a coloro che sono giunti da molto lontano. Belgio, Olanda, Austria, Germania, Svizzera, America, Giappone. Nutrita anche la presenza delle delegazioni Regionali che hanno visto il numeroso gruppo della Calabria fare la parte del leone. Presenti dalla Sicilia, Basilicata, Sardegna, Campania, Puglia, Lazio, Toscana, Abruzzo, Veneto, Lombardia, Trentino, Emilia Romagna, Marche.

 

Commovente il momento in cui, ogni nuovo associato è stato chiamato all’altare dal cancelliere, il  nob. Avv. Giovanni Mascioli, per ricevere l’attestato di ingresso al Sodalizio. Nel conferimento dei diplomi, non è passata inosservata la encomiabile presenza di chi, in carrozzella, è giunto dall’America, per ricevere l’attestato impegnandosi a vivere lo spirito associativo.

Anche un “piccolo colpo di scena” ha reso la serata più vivace senza, tuttavia, toglierne la bellezza.

 

Al termine del conferimento dei diplomi, si è proceduto alla nomina ed all’avvicendamento dei nuovi incarichi ed uffici associativi.

 

L’incarico di Responsabile per le Relazioni Internazionali è stato assegnato al Console Avv. Gennaro Famiglietti, che succede all’avv. Grande. Il nuovo responsabile è persona che già opera nello specifico settore in qualità di Coordinatore della Federazione Italiana Consoli.

 

Per termine di mandato, l’incarico di Delegato Regionale del Veneto è stato assunto dal Console Avvocato Gianalberto Scarpa Basteri che succede al delegato Fabio Gironi.

 

Sempre nel Veneto sono state accolte le dimissioni del Vice Segretario Generale prof. Stefano Darra che va a ricoprire l’incarico di Direttore della nata “Orchestra Silvestrina”.

 

Con l’occasione sono state aperte due nuove “Costituende Delegazioni”.

La Delegazione di Bruxelles, con a capo il Dott. Alex P.M Pasmans e la Delegazione di Parma guidata dall’avv. Rotale Livio Pini.

 

Alla celebrazione in Chiesa tra le Autorità Istituzionali, non facenti parte dell’Associazione, si è notata la presenza dell’Ambasciatore d’Albania presso la Santa Sede S. Ecc. Visar Zithi e consorte e del Procuratore Capo di Perugia Dott. Luigi de Ficchy e Consorte.

 

 

 

La serata è proseguita nelle sale del vicino palazzo Brancaccio, ove Mons. Presidente ha avuto modo di salutare i circa 200 invitati che si sono fermati per la  conviviale.

 

Diverse sono state le comunicazioni rivolte ai presenti durante la serata e scandite dalle portate del raffinato desco. La prima tra tutte, il conferimento della “Placca Associativa” al noto Architetto Alessandra Bianchi, distintasi per aver concretamente collaborato con le attività del sodalizio. A seguire, la toccante consegna di una speciale medaglia – coniata in occasione della presentazione della Onlus S. Silvestro- all’Ambasciatore Zithi, per la sua presenza. Le stesse medaglie, sono state poi conferite ai membri del Consiglio di Presidenza dell’Associazione e della Presidenza Onlus, nonché ad uno dei nuovi associati a seguito della delicata premura nell’aver donato, sulle tavole di tutti i presenti,  un raffinato spumante “Bosia di Malvasia” di sua produzione.

Un  simpatico ed inatteso fuori programma si è avuto con le letture di due poesie,  scritte e dedicate a mons. Casolini dalla della poetessa aquilana Maria Santucci, consorte di un nuovo associato. Prima della declamazione si è voluto  evidenziare come esse sono state ispirate dallo spirito di contagiosa gioia  che caratterizza il presidente dell'associazione nei suoi rapporti con il prossimo.

 

Nella circostanza si è, altresì preannunciato che il celebre compositore Kento Masuda, anch'egli membro dell'associazione e delegato per la Prefettura giapponese, ha provveduto a musicarle e saranno presentate entro la fine dell'anno, in occasione di un prossimo evento.

 

La serata, si è conclusa con l’appuntamento al prossimo evento previsto a Tivoli sabato 3 dicembre.

                                                                      

                                                                                            ( I nuovi associati)