Articoli

Presentazione libro: Valigia Diplomatica

 
 
L'antico luogo che un tempo ospitò, nella sua permanenza romana la Patrona d'Italia, Santa Chiara  è divenuta punto d'incontro, riflessione ed amicizia di oltre  duecento gli ospiti, accorsi a Roma nel teatro di Palazzo Santa Chiara alla presentazione del libro dell’ambasciatore Antonio Morabito dal titolo “Valigia Diplomatica”, nel quale l’autore rivive sogni e ricordi della sua attività diplomatica. Il libro – edito da Mind, con la prefazione di Stefano Folli - fa conoscere la vita, il lavoro e l’impegno dei diplomatici sparsi nei vari paesi del mondo.
 
“E’il racconto di un sogno che si realizza” – ha spiegato l’autore – “Una valigia del Sud. Un giovane che parte con la sua valigia come tanti suoi conterranei, lasciando la casa natia per affrontare gli studi”. L’autore racconta la sua storia, la storia vera di uno studente che – superati studi e concorsi – entra nel mondo della Diplomazia nel Ministero degli Esteri e viene destinato in Indonesia, Argentina, Iran e Principato di Monaco.
 
L’incontro - organizzato dal Circolo del Principe, in collaborazione con l’Associazione Cavalieri di San Silvestro, Jus Gustando, Jus Arte e Andi Doc Italy – è stato introdotto e moderato dal nostro associato il Prof. Emilio Petrini Mansi Marchese della Fontanazza. Presenti alla presentazione in qualità di relatori il Rettore dell’Almo Collegio Capranica Mons. Ermenegildo Manicardi, il Sottosegretario di Stato per la Giustizia Cosimo Maria Ferri, l’Ambasciatore d’Italia Gabriele Checchia, l’editorialista del Corriere della Sera Franco Venturini, il presidente Iusgustando – Iusarte Avv. Antonella Sotira, il Presidente della Fondazione De Jorio On. Filippo De Jorio, il Presidente Andi - Doc Italy Tiziana Sirna, il Presidente dell’Associazione Cavalieri di San Silvestro Luigi Francesco Can. Casolini di Sersale.
 
Tra i tanti amici, accolti da Emilio Sturla Furnò – anche l’ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede Daniele Mancini con la moglie Anna Rita, il principe Guglielmo Giovanelli Marconi, il prefetto Fulvio Rocco De Marinis, Mons. Kareel Kastel, Carla Montani e Lucio Dessolis, il maestro Isabella Ambrosini, l’artista Paola Crema Fallani, lo stilista Massimo Bomba, Danila Bonito e tanti altri illustri ospiti.
 
Nel corso dell’incontro il sottosegretario Cosimo Maria Ferri ha sottolineato  che “attraverso il suo operato, l’autore ha consentito alla diplomazia di raggiungere risultati eccezionali e di grande rilevanza storica, che hanno rafforzato l’amicizia tra l’Italia e Monaco, creando nuove opportunità di cooperazione e collaborazione. Un racconto sincero che dà voce a tanti servitori delle Stato e al loro lavoro quotidiano tra dovere e passione che lancia un messaggio di speranza ai giovani”.
 
L’editorialista Franco Venturini ha voluto, infine, dare risalto ai valori fondamentali che stanno alla base del racconto che, poi, rappresentano, il filo conduttore di un lavoro considerato servizio costante al Paese e che caratterizza la diplomazia italiana.
 
Nel suo intervento il  nostro presidente, ha sottolineato   quanta importanza, nel servizio  diplomatico dell'ambasciatore Morabito, abbia avuto la Fede, quale prezioso  Dono di Dio, generosamente  trasmesso dagli insegnamwenti familiari. Altrettanto forte, lo spirito di  Amicizia , costante valore che lo  ha sorretto   nel corso della sua lunga carriera che si prevede ancora  ricca di sorprese.
 
La serata si è conclusa con un momento conviviale  che ha dato ai presenti l'occasione di salutare l'Autore, far firmare i libri messi a disposizione e condividere, oltre all' amicizia, anche piacevoli "prodotti della terrà e del lavoro dell'uomo"