Cerimonia per il decennale associativo

Created on Wednesday, 18 April 2018 17:14
Written by Uff. Stampa Roma

 

 

La nostra Famiglia Silvestrina compie oggi dieci anni dalla sua fondazione ed il frangente assume un rilievo particolare e speciale nel cuore e nella coscienza di ogni suo componente.

Questo, per il Rettore e Presidente della Associazione Monsignor Luigi Casolini di Sersale, doveva essere un evento speciale fuori dalla norma che doveva avere uno spessore particolare. I preparativi quindi hanno comportato un lavoro oneroso da parte del comitato di presidenza per programmare la giornata (sabato 14 aprile 2014) scelta per la cerimonia augurale per dare il giusto tono alla importante commemorazione.

Il grande palazzo rinascimentale del “The Church Palace Hotel” sito in via Aurelia RM che è stato anche sede di Conferenza Episcopale Italiana (inaugurato l’8 maggio del 1955) rappresentava la sede ideale per ospitare nello stesso complesso: -la chiesa (dedicata alla Madonna) per la cerimonia, -l’auditorio per il concerto vocale,-e le sale da pranzo per la cena di gala. Tutto doveva essere in grado di ospitare bene ed agevolmente i 300 invitati accreditati all’evento. I giardini e l’ampio parcheggio per le auto del monumentale complesso reso sicuro dal personale preposto al coordinamento e sorveglianza, dava il sereno benvenuto ai convenuti in abiti da cerimonia e le signore in “parure” da sera.

La bella ed ampia chiesa, dedicata a “Maria” del complessoè in grado di accogliere anche 600 persone, era gremita quasi in ogni settore. Nelle prime sette file di banchi trovavano allocazione le Autorità associative rappresentanti le diverse Regioni Italiane  ed estere nonché i postulanti. Nei banchi successivi alla settima fila vi erano i numerosi associati ed invitati senza abito da chiesa.

L’architettura della chiesa ben si prestava da armoniosa cassa di risonanza dando risalto ai nemerosi membri del coro formato da solisti, cantanti e strumenti della sempre presente Accademia “Ergo Cantemus” di Tivoli (presieduta dalla Presidente Luana Frascarelli). La SS. Messa ha avuto accompagnamento cantato dalla compagine musicale diretta suo bravo maestro concertatore e compositore Giuseppe Galli coadiuvato nella direzione del coro dal M* Salvati che, con provata abilità dirigeva anche la solista soprano Arianna Morelli. In questa sede va un ringraziamento appassionato all’intero complesso dell’Accademia “Ergo Cantemus” per le competenti e frequenti presenze negli eventi che elevano ad eccellenza e coronano ogni singolo sinodo della Associazione.

L’omelia del Monsignore Casolini consisteva nel riferimento Pasquale della resurrezione di Cristo tra lo stupore degli Apostoli e l’incredulità di Tommaso e paragonando la incredulità di Tommaso che si trasforma in fede dopo la constatazione fisica del Signore in quella degli uomini di oggi che devono credere per la Pace nelle parole del Maestro senza dover per forza conoscere adottando l’indicazione del Signore: “Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”. E’ seguita una veloce cronistoria dei dieci anni di vita della Associazione con i momenti salienti della attività del sodalizio, le sue finalità e la via da seguire nel prosieguo della sua vita.

Al termine della bella messa officiata da Mosignor Rettore, coadiuvato all’Altare da d. Paolo Cartolari, don Ciro Zeno edon Ivan il Cancelliere avv. Giovanni Mascioli, ha dato lettura delle nuove nomine ed invitando all’Altare per la Remissione dei Diplomi” ai nuovi associati della “Monumentalis Ecclesie Sancti Silvestri Societas” .

La dottoressa Maria Bianca Farina, Presidente delle Poste Italiane, ha aperto la fila dei nuovi componenti il Sodalizio, sono seguiti altri 24 nominativi tra i quali molti hannointravisto e  notato la presenza di Mr Danny O'Donovan, impresario di Michael Jackson, Liza Minnelli, Frank Sinatra.  Uomini e donne di alto spessore umano e culturale provenienti da più parti del mondo, quali, germania, Olanda Belgio Africa Giappone  ecc.

Al termine della celebrazione e dopo le foto di rito, la moltitudine dei partecipanti si è recata nel contiguo auditorium per assistere ad un coinvolgente concerto vocale sostenuto da una Band di 15 strumenti. L’evento è stato preceduto da un saluto di mons. Presidente che ha ringraziato i numerosi presenti e ripercorso, in una veloce sintesi, gli avvenimenti del decennio passato. Ne è seguito il doveroso conferimento delle “Placche associative, rispettivamente al dott. Paolo Tomassini (Grandi opere della Utet) e Mario De Canio (Jada Gioielli). I loro interventi, supportati da interessanti video, hanno dato modo di conoscere settori lavorativi non a tutti noti. Preziosa la testimonianza del noto imprenditore siriano Aladib Mohamed che, nel ricevere il “Collare associativo” ha voluto testimoniare la sua gratitudine al Sodalizio per quanto operato. Commosse le parole della giovane consorte che lo ha accompagnato sul palco, la figlia del Presidente della Repubblica della Guinea Equatoriale, quale segni di tangibile gratitudine per il sostegno fornito alla ONLUS della Associazione nella realizzazione delle attività solidali ed assistenziali, perno delle finalità mecenatiche e istruttive del sodalizio.

All’ingresso nel teatro, poste sulle poltrone, i convenuti hanno trovato le copie del periodico di informazione e cultura della Associazione dei Cavalieri di San Silvestro denominata “I Cavalieri nel Mondo”, rivista quadri mensile (stampata in 2.000 copie) che con la sua diffusione permetterà di dare informazione di tutti gli argomenti culturali collegati alle opere espresse dalla Associazione e dalla ONLUS e nel contempo offrire visibilità e dialogo a tutti gli ordini cavallereschi riconosciuti ed a quanti interagiscono con l’Associazione. Da questa pagina eleviamo il migliore auspicio di successo e gradimento al nuovo periodico che oggi inizia la sua attività ed a cui chiunque può rivolgersi per scambio di opinioni ed attività.

Doveroso cenno di gratitudine all’impegnativo lavoro del Comitato Organizzativo presieduto dal responsabile del cerimoniale, Barone Fabrizio Mechi dal T. Col. Dott. Marco Crimi, e dal dott. Antonio Perrone che supportati da un numeroso stuolo di collaboratori hanno saputo coordinare la serata contribuendo al meritato successo dell’organizzazione.

L’intrattenimento musicale dell’orchestra era scandito da una serie di selezionate foto che ripercorrevano momenti salienti di vita associativa nel corso del suo decennale , mentre la sapiente conduzione della serata da parte della giornalista televisiva Rai, Camilla Nata, dava all’Evento un tocco di classe superiore

Un inatteso, quanto gradito fuori programma del celebre tenore americano Massimo Marcuso, ha allietato l’assemblea proponendo una miscela di canti le cui gradevoli melodie, fuse con la sua splendida e temprata voce, hanno riscaldato gli animi inducendo i presenti ad una comprensibile ovazione.

Al termine, ne è seguito l’atteso momento conviviale nella grande sala da pranzo durante la quale si è avuta occasione di approfondire vecchie amicizie, iniziarne di nuove, scambiare opinioni ma soprattutto darsi l’arrivederci alla prossima manifestazione in programma per sabato 22 settembre.