Articoli

Celebrazione associativa di sabato 22 settembre 2018

Quest’anno 2018 la Cerimonia annuale per la “Remissione dei Diplomi” ai nuovi associati al sodalizio della “Monumentalis Ecclesia Sancti Silvestri Societas” (Associazione dei Cavalieri di San Silvestro), si è tenuta presso la sede nella chiesa Vescovile di San Silvestro in Tivoli il giorno 22 settembre ed ha avuto inizio alle ore 17.

L’antica e prestigiosa basilica di San Silvestro si è riempita in poco tempo e tutti gli ordini di posto si sono sistematicamente riempiti con alla fila di destra della navata le “Dame” ed i nuovi associati ed alla sinistra i “Cavalieri”. Tutti debitamente rivestiti dell’Abito da chiesa, previsto per questa particolare circostanza.

In fondo alla navata una moltitudine di convenuti, tra ospiti e partecipanti invitati, ha riempito il luogo sacro più che in altre precedenti conviviali. In religioso silenzio la moltitudine ha accolto l’ingresso del Rettore  Mons. Luigi Casolini di Sersale che ha presieduto la funzione religiosa accompagnata dal canto corale della Accademia “Ergo Cantemus” di Tivoli le cui armonie hanno inondato di voci angeliche l’intero arco della funzione, rendendola indimenticabile (a loro ed alla presidentessa dr.ssa Luana Frascarelli va un ringraziamento particolare).

L’emozione ed il raccoglimento religioso degli astanti si leggeva nel volto dei Cavalieri e Dame quando l’omelia dell’officiante ha toccato le corde sentimentali di ognuno ai versetti del

Vangelo di Marco che disse: “Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti”. Preso un bambino il Signore lo pose in mezzo a loro ed abbracciandolo, disse

agli Apostoli: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato». È stata anche citata

lalettera di san Giacomo apostoloal punto che dice: Fratelli miei, dove c’è gelosia e spirito di contesa, c’è disordine ed ogni sorta di cattive azioni…..invece la sapienza che

viene dall’alto anzitutto è pura, poi pacifica, mite, arrendevole, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale e sincera. Per coloro che fanno opera di pace viene

seminato nella pace un frutto di giustizia”.

La Santa Messa è proceduta con grande devozione ed al termine Mons. Rettore ed il Consiglio di Presidenza si sono recati al centro della navata dove si è

proceduto alla consegna della benemerenza e del distintivo, segno evidente dell’appartenenza al Sodalizio.

 

Dopo le foto di rito, sia i 13 nuovi associati (foto sopra) nuovi associati  che l’intera assemblea si sono avviati verso la tenuta “Rocca Bruna” in Tivoli per la “Serata Conviviale”.

I panorami ed il rosso tramonto che fa di Tivoli una perla di straordinaria bellezza (gli stessi fenomeni che duemila anni prima avevano incantato l’Imperatore Adriano) hanno illuminato la

colonna delle persone che, con vari mezzi, si è spostata per raggiungere il luogo fissato per la conviviale navigando in una luce dorata che accese i volti e le abitazioni di Tivoli rivolte

all’occaso.

Sotto una smagliante chiarore di luna piena, l’ampio terrazzo all’aperto in stile romanico antico del casale, ha ospitato i convenuti ai quali è stato servito un ottimo antipasto all’italiana che ha consentito lo scambio di parole, commenti ed opinioni.

L’incontro tra i nuovi accolti ed i veterani Cavalieri e Dame si è fatto vivace ed interessante per il travaso di principi e raccomandazioni in linea con i capisaldi dello Statuto che privilegia la

solidarietà e la misericordia verso il prossimo ed i meno fortunati. La cena si è consumata nelle ampie sale del casale che si sono riempite di partecipanti accomodati in tavoli da 10 posti

per circa 200 convenuti.

La serata è stata piacevolmente intermezzata da alcuni momenti significativi, primo tra tutti, la consegna della “placca Associativa” al giovane imprenditore Adam Giacomi che ha voluto

sostenere, con inattesa generosità, le attività delSodalizio.

Non meno pregnante la consegna delle nomine associative ad associati che nel corso del tempo si sono distinti per la loro opera. A loro ed ai presenti, l’invito a continuare nell’impegno

assunto.

Piace ricordare, nel susseguirsi degli incarichi:

Cav. Generale Adolfo PASCARELLA, Segretario Delegazione Roma

B.ne Cav. Cap. Daniele DIANA DURANTE,Cerimoniere Delegazione Romana

Cav. S. Silvestro Giacomo PONCINI,Co-Cerimoniere Delegazione Regionale Toscana

Ten Col. Dott Amedeo DE MAIO,Segretario Regionale Delegazione Regionale Veneto,Ten. Col. Ignazio SAPUPPO

Cerimoniere Delegazione Regionale Veneto

Avv. Leoluca RUSSO, Segretario Provinciale Delegazione Vibo Valentia

Dott. Antonio FILIPPONESegretario Costituenda Delegazione Citta Metropolitana di Reggio Calabria

Sig. Antonino GULLI, Cerimoniere Costituenda Delegazione Metropolitana Città di Reggio Calabria

Nob. Dott. Domenico BURZACHECHI, Co-Responsabile sito Web

Dott. Marco PROIETTI, Consigliere Nazionale per le Relazioni Economiche

Dr. Armando CINQUEGRANA, Officiale di segreteria

 La cena segmentata dagli interventi acuti e chiarificatori del Presidente è terminata verso le 24.00 quando tutti alla spicciolata conquistavano i mezzi di locuzione con nell’animo le parole

del Presidente che ha rimarcato i doveri di appartenenza al sodalizio, i principi informatori del vivere la Associazione ed ha raccomandato a tutti, in linea con l’omelia, di essere in vita con lo

spirito del Cavaliere con grande modestia, vigore ed apertura all’amicizia tra tutti senza cedere a sentimenti di egoismo e dimenticanza dei doveri degli uomini appartenenti alla cristianità.

L’ultima raccomandazione che ha chiuso la Conviviale ha messo in evidenza che il sodalizio vive dei proventi liberi dei partecipanti e che tutte le opere di cristiano intervento verso i

bisognosi debbono sostenersi con la misericordia dei volenterosi aderenti, invocando in tutti il singolo senso di partecipazione munifica.