Premiazione Presidente Enoc

Creato Venerdì, 14 Dicembre 2018 15:43
Scritto da Segreteria

 

Nella splendida cornice della Sala Vanvitelli dell'Avvocatura generale dello Stato, l'Associazione Alba del terzo millennio, presieduta dalla dottoressa Sara Iannone, nostra Associata, ha conferito l'annuale premio "le Ragioni della nuova politica" ad un parterre eccezionale tra i quali, oltre il Presidente del Consiglio di Stato e quello della Corte dei Conti, vi erano i vertici militari, nelle persone del  Comandante Generale  dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, nonché il Capo di Stato Maggiore  dell'Esercito, il Capo Ufficio del Cerimoniale di Stato e, tanti altri. La manifestazione ha avuto inizio con un premio  speciale all'Astronauta  Paolo Nespoli.

Il nostro Rettore ha avuto il compito di consegnare il premio alla Dottoressa Mariella Enoc, presidente dell'Ospedale pediatrico Bambin Gesù, noto al mondo per l'impegno nell'assistenza dei piccoli malati.

Di seguito, riportiamo l'indirizzo di saluto che il nostro rettore, mons. Casolini di Sersale, ha rivolto alla neo premiata che, tra l'altro, si è datta particolarmente vicina alla nostra Associazione, confidando su futuri aiuti  del Sodalizio nel sovvenire alle grandi necessità alla quale fa fronte.

Cara Dottoressa  Enoch,
innanzitutto Grazie per quello che fa, ha fatto e, sicuramente continuerà a fare per il bene della Comunita.


Questa storica sala che, nel corso dei secoli ha visto susseguirsi tante vicende umane, e di tante ne è stata la protagonista, oggi si inchina riverente a  Lei, ed a quanti, con Lei, oggi ricevono il prestigioso premio "Le ragioni della nuova Politica" arrivato ormai alla sua XVI edizione  e promosso dall'infaticabile opera della fondatrice e presidente, la dottoressa Sara Iannone.

 

Sono certo che questo riconoscimento si aggiunge ai tanti altri, precedentemente ricevuti e che sono il segno visibile  della profonda riconoscenza e stima per l’infaticabile e continuativa opera di servizio svolta nel corso della lunga carriera .


Quando il Santo Padre, nel 2015,  Le ha conferito il delicato incarico di Presidente dell’ Ospedale Pediatrico del Bambin Gesù, affidandole la sorte di più di 2500 dipendenti,  ben sapeva  di affidarlo, non solo ad una manager capace,  con una straordinaria ed indiscussa esperienza e carriera alle spalle, ma ancor più si affidava  ad una donna ricca di umanità che ha saputo sapientemente coniugare la realtà manageriale a quella squisitamente umana.

Tuttavia a me fa piacere, in questa sede, evidenziare un'altra dimensione, meno palese  ai più, e che ritengo sia stato il riferimento che ha illuminato il suo agire, aiutandola a vivere, con grande umiltà, il ruolo ricoperto. Parlo della  profonda Fede non solo nell’Uomo ma nel Dio Rivelato ed incarnato in Gesù che, a breve festeggieremo nel suo Natale.

 

Tanto più potrei e vorrei dire, ma desidero concludere con una riflessione ed un augurio che  traggo da una sua recente intervista  nella quale lei si definisce non una eticista o biologa, ma una donna Qualunque...


Se le persone fossero tutte “qualunque” come lei ama definirsi, saremmo una Nazione di persone straordinarie!

 

Concludo rivolgendo un secondo augurio ispirandomi al suo cognome Enoch,  padre di Matusalemme che la storia biblica ci dice aver vissuto centinaia di anni.

Come Matusalemme, possa vivere ancora per tanti anni, in salute e Grazia per operare  tanto bene verso chi vive nel bisogno. GRAZIE