News

Premiazione Presidente Enoc

 

Nella splendida cornice della Sala Vanvitelli dell'Avvocatura generale dello Stato, l'Associazione Alba del terzo millennio, presieduta dalla dottoressa Sara Iannone, nostra Associata, ha conferito l'annuale premio "le Ragioni della nuova politica" ad un parterre eccezionale tra i quali, oltre il Presidente del Consiglio di Stato e quello della Corte dei Conti, vi erano i vertici militari, nelle persone del  Comandante Generale  dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, nonché il Capo di Stato Maggiore  dell'Esercito, il Capo Ufficio del Cerimoniale di Stato e, tanti altri. La manifestazione ha avuto inizio con un premio  speciale all'Astronauta  Paolo Nespoli.

Il nostro Rettore ha avuto il compito di consegnare il premio alla Dottoressa Mariella Enoc, presidente dell'Ospedale pediatrico Bambin Gesù, noto al mondo per l'impegno nell'assistenza dei piccoli malati.

Di seguito, riportiamo l'indirizzo di saluto che il nostro rettore, mons. Casolini di Sersale, ha rivolto alla neo premiata che, tra l'altro, si è datta particolarmente vicina alla nostra Associazione, confidando su futuri aiuti  del Sodalizio nel sovvenire alle grandi necessità alla quale fa fronte.

Cara Dottoressa  Enoch,
innanzitutto Grazie per quello che fa, ha fatto e, sicuramente continuerà a fare per il bene della Comunita.


Questa storica sala che, nel corso dei secoli ha visto susseguirsi tante vicende umane, e di tante ne è stata la protagonista, oggi si inchina riverente a  Lei, ed a quanti, con Lei, oggi ricevono il prestigioso premio "Le ragioni della nuova Politica" arrivato ormai alla sua XVI edizione  e promosso dall'infaticabile opera della fondatrice e presidente, la dottoressa Sara Iannone.

 

Sono certo che questo riconoscimento si aggiunge ai tanti altri, precedentemente ricevuti e che sono il segno visibile  della profonda riconoscenza e stima per l’infaticabile e continuativa opera di servizio svolta nel corso della lunga carriera .


Quando il Santo Padre, nel 2015,  Le ha conferito il delicato incarico di Presidente dell’ Ospedale Pediatrico del Bambin Gesù, affidandole la sorte di più di 2500 dipendenti,  ben sapeva  di affidarlo, non solo ad una manager capace,  con una straordinaria ed indiscussa esperienza e carriera alle spalle, ma ancor più si affidava  ad una donna ricca di umanità che ha saputo sapientemente coniugare la realtà manageriale a quella squisitamente umana.

Tuttavia a me fa piacere, in questa sede, evidenziare un'altra dimensione, meno palese  ai più, e che ritengo sia stato il riferimento che ha illuminato il suo agire, aiutandola a vivere, con grande umiltà, il ruolo ricoperto. Parlo della  profonda Fede non solo nell’Uomo ma nel Dio Rivelato ed incarnato in Gesù che, a breve festeggieremo nel suo Natale.

 

Tanto più potrei e vorrei dire, ma desidero concludere con una riflessione ed un augurio che  traggo da una sua recente intervista  nella quale lei si definisce non una eticista o biologa, ma una donna Qualunque...


Se le persone fossero tutte “qualunque” come lei ama definirsi, saremmo una Nazione di persone straordinarie!

 

Concludo rivolgendo un secondo augurio ispirandomi al suo cognome Enoch,  padre di Matusalemme che la storia biblica ci dice aver vissuto centinaia di anni.

Come Matusalemme, possa vivere ancora per tanti anni, in salute e Grazia per operare  tanto bene verso chi vive nel bisogno. GRAZIE

 

Concerto per il decennale

Le armonie della “Banda Musicale” (qualsiasi banda) hanno sempre evocato in me l’allegria e la voglia di muoversi. Spesso il ritornello della canzone di Mina mi torna alla mente ripetutamente come un mantra, specie al mattino durante le abluzioni e la rasata della barba allo specchio. Mi sorgono anche vecchi ricordi della banda militare durante la mia sfilata ai Fori Imperiali in divisa da Allievo Ufficiale (Pioniere di Fanteria) nel 1962, taaa…. tarattataa……tarattattaaaa.

Mai avrei pensato di sentire suonare la magnifica “Banda della Guardia Finanza” al teatro “Vespasiano” di Rieti (definito da Uto Ughi il teatro con la migliore acustica italiano) coi suoi 102 strumenti. Un complesso delle più belle arie di Rossini, Verdi, Bizet, Bernstein, etc.

L’armonia dei suoni, il vigore del maestro Direttore Leonardo Laserra Ingrosso, l’acustica perfetta del teatro gioiello e la magia dei fiati squillanti che riempivano i cuori prima ancora delle orecchie, hanno colmato di gioia i cuori della moltitudine dei fortunati partecipanti al concerto che hanno applaudito con convinzione la grande “performance” della altrettanto della banda musicale il cui indiscusso prestigio è noto anche oltre Oceano.. La musica è partecipazione ed il suono armonioso è l’amalgama di ogni sentimento, lingua, uso ed abitudine di ognuno; cose queste che livellano ogni asperità tipica dell’essere umano.

L’occasione è stata offerta nel decennale della fondazione dell’Associazione dei Cavalieri di San Silvestro, istituzione canonicamente riconosciuta. Proprio talepubblico e internazionale riconoscimento ecclesiastico, ne attesta e conferma il valore che, tuttavia, appare evidente anche nelle crescenti e numerose attività che il sodalizio svolge da anni.

E’ così che Rieti, epicentro geografico dell’Italia è divenuto anche centro di una importante manifestazione che ha visto convenire i rappresentanti di alcuni tra i suoi 1500 appartenenti tra i quali spiccavano in abito da cerimonia, quanti impegnati sono stati impegnati nel servizio d’accoglienza.

Guardando la destra del grande palco appariva ben visibile il labaro associativo, a sottolineare lo stretto legame tra lo straordinario Evento concertistico in programma ed il Sodalizio.

La mattinata è iniziata con il saluto della giornalista Rai Camilla Nata che ha invitato il dott. Formichetti, Assessore alla Cultura di Rieti, ad una breve storica storico del teatro rivolta ai molti intervenuti provenienti da da altre Città, Regioni e Stati. E’ seguito un saluto del Sindaco della Città il Dott. Cicchetti Cicchetti.

Prima di dare inizio al momento strettamente musicale, come da programma, Mons. Presidente ha proceduto al conferimento del “Collare associativo” a Mr William Okee Oryemitirato dalla consorte venuta per la circostanza dall’Africa e riservato a quanti, in diverso modo, si rendono fattivamente partecipi della realizzazione degli eventi

Molte le alte personalità presenti tra le quali ci sembra doveroso ricordare il già citato Sindaco Cicchetti, il Prefetto di Rieti , dottoressa Reggiani, il Prefetto di Forli, dottor Rocco de Marinis, l’Ispettore per gli Istituti di Formazione della Guardia di Finanza, Gen. Div. Manzon, nonché il nuovo comandante della Regione Lazio il Gen. Div. Carbone, il Questore di Rieti, dott Mannoni, il Comandante della Scuola NBC Andreottola, I Comandanti Provinciali rispettivamente dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza Col. Messa.

Particolarmente gradito, prima dell’entrata in sala degli invitati, la presenza nel foyer del teatro del Vescovo di Rieti, Mons. Pompili, che ha rivolto un affettuoso saluto al Presidente Rettore.

Per volontà e su diretta delega del Presidente della Repubblica dell’Uganda, è intervenuto ufficialmente l’Ambasciatore presso lo Stato Italiano , signora…., la quale ha sottolineato di essere stata specificamente incaricata presenziare alla manifestazione.

La incontestabile riuscita dell’evento è stata anche resa possibile dall’apprezzato contributo delle note presentatrici Camilla Nata e Katiuscia Rosati

IAl termine del concerto sono stati invitati a salire sul palco il Sig Prefetto di Rieti ed il Comandante degli Istituti di Formazione, unitamente al Presidente. Ciascuno a rivolto all’auditorio parole di apprezzamento e di augurio congratulandosi per le iniziative perseguite dall’Associazione.

Il concerto, prima di giungere al suo culmine con l’esecuzione dell’Inno alla Bandiera, ha visto il Maestro Direttore Col. Laserra Ingrosso, rivolgere un particolare affettuoso saluto ai giovani, diversamente abili seduti in prima, e con i quali, l’Opera San Silvestro Onlus ha stretto da tempo un particolare vincolo di solidarietà.

Al termine, Mons. Luigi Casolini di Sersale, Rettore dell’Associazione ha personalmente consegnato l’attestato di “Benemerenza d’Onore” anche a nome del Consiglio di Presidenza, formato dal cancelliere, nob Avv. Mascioli e dal Segretario Gen. Gen.Cd’.A. Simeone, al Maestro Direttore, ringraziandolo per l’eccezionale bravura e per l’affettuosa vicinanza dimostrata nei confronti del Sodalizio.

Nelle sale antistanti il teatro, i convenuti hanno avuto modo di gustare prodotti esclusivi delle nostre Regioni, offerti da “Doc Italy Selection” e di poter un particolare prodotto di pasticceria locale, a fronte di cui alcuni hanno inteso offrire un piccolo contributo destinato ad una finalità benefica.

L’intera giornata si è conclusa con una conviviale presso l’antica e prestigiosa Villa Potenziani, a cui hanno partecipato, oltre le Autorità precedentemente ricordate, anche coloro che hanno tempestivamente   manifestato la volontà di adesione.

Un particolare ringraziamento al prof. Jean Philipe Vaquer ed al Sig Tiziano Franceschini, mostri associati che, sul territorio hanno seguito e collaborato pienamente al fine della buona riuscita della manifestazione.

 

Celebrazione associativa di sabato 22 settembre 2018

Quest’anno 2018 la Cerimonia annuale per la “Remissione dei Diplomi” ai nuovi associati al sodalizio della “Monumentalis Ecclesia Sancti Silvestri Societas” (Associazione dei Cavalieri di San Silvestro), si è tenuta presso la sede nella chiesa Vescovile di San Silvestro in Tivoli il giorno 22 settembre ed ha avuto inizio alle ore 17.

L’antica e prestigiosa basilica di San Silvestro si è riempita in poco tempo e tutti gli ordini di posto si sono sistematicamente riempiti con alla fila di destra della navata le “Dame” ed i nuovi associati ed alla sinistra i “Cavalieri”. Tutti debitamente rivestiti dell’Abito da chiesa, previsto per questa particolare circostanza.

In fondo alla navata una moltitudine di convenuti, tra ospiti e partecipanti invitati, ha riempito il luogo sacro più che in altre precedenti conviviali. In religioso silenzio la moltitudine ha accolto l’ingresso del Rettore  Mons. Luigi Casolini di Sersale che ha presieduto la funzione religiosa accompagnata dal canto corale della Accademia “Ergo Cantemus” di Tivoli le cui armonie hanno inondato di voci angeliche l’intero arco della funzione, rendendola indimenticabile (a loro ed alla presidentessa dr.ssa Luana Frascarelli va un ringraziamento particolare).

L’emozione ed il raccoglimento religioso degli astanti si leggeva nel volto dei Cavalieri e Dame quando l’omelia dell’officiante ha toccato le corde sentimentali di ognuno ai versetti del

Vangelo di Marco che disse: “Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti”. Preso un bambino il Signore lo pose in mezzo a loro ed abbracciandolo, disse

agli Apostoli: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato». È stata anche citata

lalettera di san Giacomo apostoloal punto che dice: Fratelli miei, dove c’è gelosia e spirito di contesa, c’è disordine ed ogni sorta di cattive azioni…..invece la sapienza che

viene dall’alto anzitutto è pura, poi pacifica, mite, arrendevole, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale e sincera. Per coloro che fanno opera di pace viene

seminato nella pace un frutto di giustizia”.

La Santa Messa è proceduta con grande devozione ed al termine Mons. Rettore ed il Consiglio di Presidenza si sono recati al centro della navata dove si è

proceduto alla consegna della benemerenza e del distintivo, segno evidente dell’appartenenza al Sodalizio.

 

Dopo le foto di rito, sia i 13 nuovi associati (foto sopra) nuovi associati  che l’intera assemblea si sono avviati verso la tenuta “Rocca Bruna” in Tivoli per la “Serata Conviviale”.

I panorami ed il rosso tramonto che fa di Tivoli una perla di straordinaria bellezza (gli stessi fenomeni che duemila anni prima avevano incantato l’Imperatore Adriano) hanno illuminato la

colonna delle persone che, con vari mezzi, si è spostata per raggiungere il luogo fissato per la conviviale navigando in una luce dorata che accese i volti e le abitazioni di Tivoli rivolte

all’occaso.

Sotto una smagliante chiarore di luna piena, l’ampio terrazzo all’aperto in stile romanico antico del casale, ha ospitato i convenuti ai quali è stato servito un ottimo antipasto all’italiana che ha consentito lo scambio di parole, commenti ed opinioni.

L’incontro tra i nuovi accolti ed i veterani Cavalieri e Dame si è fatto vivace ed interessante per il travaso di principi e raccomandazioni in linea con i capisaldi dello Statuto che privilegia la

solidarietà e la misericordia verso il prossimo ed i meno fortunati. La cena si è consumata nelle ampie sale del casale che si sono riempite di partecipanti accomodati in tavoli da 10 posti

per circa 200 convenuti.

La serata è stata piacevolmente intermezzata da alcuni momenti significativi, primo tra tutti, la consegna della “placca Associativa” al giovane imprenditore Adam Giacomi che ha voluto

sostenere, con inattesa generosità, le attività delSodalizio.

Non meno pregnante la consegna delle nomine associative ad associati che nel corso del tempo si sono distinti per la loro opera. A loro ed ai presenti, l’invito a continuare nell’impegno

assunto.

Piace ricordare, nel susseguirsi degli incarichi:

Cav. Generale Adolfo PASCARELLA, Segretario Delegazione Roma

B.ne Cav. Cap. Daniele DIANA DURANTE,Cerimoniere Delegazione Romana

Cav. S. Silvestro Giacomo PONCINI,Co-Cerimoniere Delegazione Regionale Toscana

Ten Col. Dott Amedeo DE MAIO,Segretario Regionale Delegazione Regionale Veneto,Ten. Col. Ignazio SAPUPPO

Cerimoniere Delegazione Regionale Veneto

Avv. Leoluca RUSSO, Segretario Provinciale Delegazione Vibo Valentia

Dott. Antonio FILIPPONESegretario Costituenda Delegazione Citta Metropolitana di Reggio Calabria

Sig. Antonino GULLI, Cerimoniere Costituenda Delegazione Metropolitana Città di Reggio Calabria

Nob. Dott. Domenico BURZACHECHI, Co-Responsabile sito Web

Dott. Marco PROIETTI, Consigliere Nazionale per le Relazioni Economiche

Dr. Armando CINQUEGRANA, Officiale di segreteria

 La cena segmentata dagli interventi acuti e chiarificatori del Presidente è terminata verso le 24.00 quando tutti alla spicciolata conquistavano i mezzi di locuzione con nell’animo le parole

del Presidente che ha rimarcato i doveri di appartenenza al sodalizio, i principi informatori del vivere la Associazione ed ha raccomandato a tutti, in linea con l’omelia, di essere in vita con lo

spirito del Cavaliere con grande modestia, vigore ed apertura all’amicizia tra tutti senza cedere a sentimenti di egoismo e dimenticanza dei doveri degli uomini appartenenti alla cristianità.

L’ultima raccomandazione che ha chiuso la Conviviale ha messo in evidenza che il sodalizio vive dei proventi liberi dei partecipanti e che tutte le opere di cristiano intervento verso i

bisognosi debbono sostenersi con la misericordia dei volenterosi aderenti, invocando in tutti il singolo senso di partecipazione munifica.